Pubblicizza qui




Pubblicizza qui


 
 
 
 
 
 
 
   
PEC - posta certificata
annunci - cerca
segnala sito - cerca
webmail
free internet
servizi online
le news
mailing list
CMS realizza il tuo sito
oroscopo
servizi per l'azienda

Il tuo Dominio! .
Google
Cerca in: Web wineuropa.it wmultimedia.it portaleditalia.it
 

Oroscopo per la settimana dal 01/12/2017 al 31/12/2017

Sagittario:
Dal 23/11
al 21/12

I pianeti in Scorpione saranno un invito a scavare profondamente dentro di voi, fino alla radice dei vostri desideri piu' profondi, senza accontentarv ...continua
 

Pubblicizza qui


CHE TEMPO FARA'?
Le previsioni del Tempo dal satellite clicca qui
VOLARE
Gli orari degli aereoporti Italiani clicca qui
NAVIGARE
Gli orari dei traghetti Italiani clicca qui
TRENI
Gli orari dei treni Italiani clicca qui
AUTOLINEEE
Gli orari degli autobus Italiani clicca qui
LE CATEGORIE DI WINEUROPA

Abbigliamento, Agenzie immobiliari, Arredamento, Ristoranti, alberghi continua

ATTUALITA'

Notizie utili, spettacoli, libri, calendari, stampa, gli uomini più belli, previsioni del tempo, news, motori e sport motoristici, viaggi, moda e modelle

STAMPA
Quotidiani Italiani
Quotidiani Esteri
Settimanali Italiani
Settimanali Esteri
Mensili Italiani
Mensili Esteri
ARGOMENTI

Affari & Finanza, astronomia, architettura, arte, ambiente, annunci, antiquariato, artigianato, archeologia, biblioteche, commercio, cultura, erotismo, enti & istituzioni, fotografia, gastronomia, geologia, informatica & elettronica, legislazione, giochi, lavoro, misteri, religione, salute, scienze, sport, trasporti, turismo, università

 
 
News di: Cronaca

Pagina precedente

- Nuotatore trovato morto in palestra 'Omicidio colposo, due indagati'

Valentina Reggiani
MODENA
MATTIA passa dalla panca al muro, per fare stretching. Poi afferra il cellulare e si siede, per controllare le chiamate. Dopo di che la sua immagine scompare dalle telecamere installate nel corridoio che affaccia sulla stanza attrezzata a palestra. Sono due gli indagati per l'inspiegabile morte del nuotatore di Reggio Emilia, Mattia Dall'Aglio, stroncato a soli 24 anni da un malore per il momento tanto inatteso quanto misterioso. Nel fascicolo, aperto dalla procura con l'ipotesi di reato di omicidio colposo, compaiono i nomi del presidente dell'associazione ‘Amici del Nuoto', che ha da anni in gestione la piscina del comando dei vigili del fuoco di Modena, Mirco Merighi, e quello del tecnico Luciano Landi. Un atto dovuto l'iscrizione nel registro degli indagati - come spiegato dal procuratore capo di Modena Lucia Musti - al fine di permettere agli stessi di difendersi. QUELLO che la procura intende indagare, infatti, è se quella stanza attrezzata dove l'ex promessa azzurra del nuoto ha perso la vita domenica pomeriggio - non essendo registrata come palestra - fosse comunque gestita nel rispetto della normativa vigente, soprattutto in materia di sicurezza. Cosa abbia invece stroncato la giovane vita di Mattia sarà l'autopsia a stabilirlo: per domani alle 11 è previsto l'affidamento dell'incarico al medico legale e l'esame potrebbe già iniziare nel pomeriggio. «La procura ha aperto un fascicolo a seguito della morte del nuotatore e l'ipotesi è quello di omicidio colposo - ha specificato la Musti - sul corpo del ragazzo sarà fatto ogni accertamento possibile e le analisi verranno estese ai liquidi biologici». QUEL che si intende verificare nell'indagine coordinata dal sostituto procuratore Katia Marino è se Mattia avesse assunto eventuali farmaci che, uniti ad altri fattori, possano aver cagionato una situazione di pericolo e se il nuotatore fosse affetto da un'anomalia congenita. «IN SECONDO luogo - ha precisato il procuratore - saranno eseguiti accertamenti nei luoghi dove è avvenuto il fatto. Quella che viene chiamata palestra ma non lo è». La Musti ha sottolineato come «una palestra debba essere soggetta ad una serie di autorizzazioni. La stanza attrezzata alla buona con macchine da palestra era priva di docce e aria condizionata e il ragazzo era lì in assoluta solitudine». Merighi e Landi hanno spiegato come la stanza non sia in effetti una palestra ma un luogo privato accessibile solo a pochi ‘esperti e fidati' atleti. «Non abbiamo bisogno di autorizzazioni per un luogo privato - ha dichiarato Merighi - la struttura non è aperta al pubblico: è una sala pesi privata e attrezzata per permettere a chi ha accesso di tenersi in forma». Secondo i responsabili, l'ingresso era riservato a quattro atleti maggiorenni con esperienza di alto livello, a due operatori e a un medico sportivo. «MATTIA - ha affermato Landi - non si stava preparando ad affrontare competizioni; anzi, era in partenza per un viaggio di lavoro negli Stati Uniti. Il 9 aprile aveva interrotto l' attività agonistica; doveva laurearsi e questo era il suo primo pensiero. Stava facendo una classica seduta di stretching». Sulla morte del giovane atleta e sul fascicolo aperto dalla procura intervengono anche i familiari: «Condivido il lavoro dell'autorità giudiziaria - afferma lo zio di Mattia - non abbiamo problemi ad accertare qualsiasi verità. Siamo stanchi e prostrati; abbiamo perso un ragazzo che tutti i genitori avrebbero voluto. Sia accertata la verità». La scomparsa di Mattia Dall'Aglio ha scosso profondamente l'ambiente universitario di Unimore, dove il giovane frequentava la triennale in marketing e organizzazione d'impresa. L'Ateneo sta eseguendo le procedure necessarie a consegnare nella prossima sessione la laurea alla memoria a Mattia Dall'Aglio.
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita da: wineuropa
 
 
 
 
 
 
Informativa privacy | dati fiscali
Win S.r.l. - WinEuropa Group - Un solo Partner Tutte le soluzioni
Via Senese Aretina, 226 - 52037 Sansepolcro (AR) ITALY
Tel. +39 0575 740891 - Fax  +39 0575 720080 - E-mail: webmaster@wineuropa.it
© Copyright Arch. F. Venturucci 1999 - 2007 Powered by Win S.r.l. Vietata la Riproduzione

Utenti collegati: 1277