Pubblicizza qui




Pubblicizza qui


 
 
 
 
 
 
 
   
PEC - posta certificata
annunci - cerca
segnala sito - cerca
webmail
free internet
servizi online
le news
mailing list
CMS realizza il tuo sito
oroscopo
servizi per l'azienda

Il tuo Dominio! .
Google
Cerca in: Web wineuropa.it wmultimedia.it portaleditalia.it
 

Oroscopo per la settimana dal 01/01/2018 al 31/01/2018

Acquario:
Dal 21/01
al 19/02

Dopo le prime dieci giornate, potranno nascere contrasti per questioni di autonomia o distrazioni e nervosismi che causeranno un calo della carica des ...continua
 

Pubblicizza qui


CHE TEMPO FARA'?
Le previsioni del Tempo dal satellite clicca qui
VOLARE
Gli orari degli aereoporti Italiani clicca qui
NAVIGARE
Gli orari dei traghetti Italiani clicca qui
TRENI
Gli orari dei treni Italiani clicca qui
AUTOLINEEE
Gli orari degli autobus Italiani clicca qui
LE CATEGORIE DI WINEUROPA

Abbigliamento, Agenzie immobiliari, Arredamento, Ristoranti, alberghi continua

ATTUALITA'

Notizie utili, spettacoli, libri, calendari, stampa, gli uomini più belli, previsioni del tempo, news, motori e sport motoristici, viaggi, moda e modelle

STAMPA
Quotidiani Italiani
Quotidiani Esteri
Settimanali Italiani
Settimanali Esteri
Mensili Italiani
Mensili Esteri
ARGOMENTI

Affari & Finanza, astronomia, architettura, arte, ambiente, annunci, antiquariato, artigianato, archeologia, biblioteche, commercio, cultura, erotismo, enti & istituzioni, fotografia, gastronomia, geologia, informatica & elettronica, legislazione, giochi, lavoro, misteri, religione, salute, scienze, sport, trasporti, turismo, università

 
 
News di: Altre notizie

Pagina precedente

- Rifugiati, il cerino resta in mano a Roma

ROMA VISTO da Roma, l’accordo tra Cdu/Csu e Spd presenta due fattori rilevanti. Sul fronte dell’immigrazione mostra solo una cauta apertura verso le istanze italiane e greche. «Nel settore della politica dei rifugiati – dicono Cdu/Csu e Spd – l’Ue deve assumersi la propria responsabilità umanitaria e condividere le responsabilità in termini di solidarietà». «Siamo favorevoli – proseguono – a una politica comune in materia di asilo, e a un equo meccanismo di distribuzione delle persone bisognose di protezione». In teoria, ottimo. Sugli impegni però la Germania balbetta. Di richiedenti asilo la Germania si impegna ad accoglierne «1.000 al mese dall’Italia e dalla Grecia». Considerando che in due anni la Germania ha accolto circa 10 mila migranti da Grecia (7mila) e Italia (3.500), siamo al (teorico) raddoppio (12mila all’anno invece di 5mila) di quanto fatto ma siamo però su cifre minime – solo 7mila persone in più – visto che l’intesa Ue parlava del ricollocamento da Grecia e Italia di 160 mila persone, e soprattutto siamo molto lontani dalle 27-31mila che secondo la Commissione Ue dovevano andare in Germania. Oltretutto in Italia nei primi giorni di gennaio gli sbarchi sono in aumento (+15%), pur se dopo sei mesi di calo. E quindi sostanzialmente il problema resta nostro. DA NOTARE che sull’immigrazione l’accordo prevede un tetto massimo di richiedenti asilo tra le 180 e le 220mila unità. Sembrano numeri bassi, ma in realtà sono modellati sull’immigrazione del 2017, in particolare del terzo quadrimestre del 2017, che ha visto 46mila domande d’asilo accolte su 90.905 presentate. La stretta vera c’è sui ricongiungimenti familiari. Come escamotage per ridurli, la Germania ha bloccato i ricongiungimenti per chi aveva una protezione sussidiaria. L’accordo prevede che venga approvata una legge ancora più severa, che consentirà un massimo di 1.000 ricongiungimenti al mese. SECONDO punto chiave di interesse italiano è l’Europa. «Siamo disposti – dicono – ad aumentare i contributi della Germania al bilancio dell’ Ue e, in stretta collaborazione con la Francia, vogliamo rafforzare e riformare la zona euro. Vogliamo più controllo fiscale, coordinamento economico nell’ Ue, nonché una lotta aggressiva contro le frodi fiscali». «Sosteniamo – dicono – stanziamenti di bilancio specifici per la stabilizzazione economica e la convergenza sociale e per sostenere le riforme strutturali». E l’asse è ora e sempre con la Francia. «Il rinnovo dell’Ue – dice la bozza – avrà successo solo se Germania e Francia collaboreranno con tutte le loro forze. Ecco perché vogliamo rafforzare e rinnovare ulteriormente la cooperazione franco-tedesca. Un nuovo trattato dell’Eliseo è un primo e importante passo in questa direzione». «Vogliamo condividere posizioni comuni con i francesi – aggiungono – su tutte le questioni importanti della politica europea e internazionale e nei campi in cui l’ Ue a 27 Stati membri non è in grado di agire». Locomotiva franco-tedesca a tutta forza. a. farr. tratto da la Nazione

Inserita da: wineuropa
 
 
 
 
 
 
Informativa privacy | dati fiscali
Win S.r.l. - WinEuropa Group - Un solo Partner Tutte le soluzioni
Via Senese Aretina, 226 - 52037 Sansepolcro (AR) ITALY
Tel. +39 0575 740891 - Fax  +39 0575 720080 - E-mail: webmaster@wineuropa.it
© Copyright Arch. F. Venturucci 1999 - 2007 Powered by Win S.r.l. Vietata la Riproduzione

Utenti collegati: 1543