Pubblicizza qui




Pubblicizza qui


 
 
 
 
 
 
 
   
PEC - posta certificata
annunci - cerca
segnala sito - cerca
webmail
free internet
servizi online
le news
mailing list
CMS realizza il tuo sito
oroscopo
servizi per l'azienda

Il tuo Dominio! .
Google
Cerca in: Web wineuropa.it wmultimedia.it portaleditalia.it
 

Oroscopo per la settimana dal 01/02/2018 al 28/02/2018

Pesci:
Dal 20/02
al 20/03

Plutone, Nettuno e Giove stanno operando per una trasformazione alchemica della qualita' della vostra esistenza, e i nati di seconda decade se ne acco ...continua
 

Pubblicizza qui


CHE TEMPO FARA'?
Le previsioni del Tempo dal satellite clicca qui
VOLARE
Gli orari degli aereoporti Italiani clicca qui
NAVIGARE
Gli orari dei traghetti Italiani clicca qui
TRENI
Gli orari dei treni Italiani clicca qui
AUTOLINEEE
Gli orari degli autobus Italiani clicca qui
LE CATEGORIE DI WINEUROPA

Abbigliamento, Agenzie immobiliari, Arredamento, Ristoranti, alberghi continua

ATTUALITA'

Notizie utili, spettacoli, libri, calendari, stampa, gli uomini più belli, previsioni del tempo, news, motori e sport motoristici, viaggi, moda e modelle

STAMPA
Quotidiani Italiani
Quotidiani Esteri
Settimanali Italiani
Settimanali Esteri
Mensili Italiani
Mensili Esteri
ARGOMENTI

Affari & Finanza, astronomia, architettura, arte, ambiente, annunci, antiquariato, artigianato, archeologia, biblioteche, commercio, cultura, erotismo, enti & istituzioni, fotografia, gastronomia, geologia, informatica & elettronica, legislazione, giochi, lavoro, misteri, religione, salute, scienze, sport, trasporti, turismo, università

 
 
News di: Economia

Pagina precedente

- Appalti miliardari e missioni militari. Ora l'Italia scommette sull'Africa

PRIMO PIANO di ALESSANDRO FARRUGGIA

ROMA L’ITALIA ha una strategia per l’Africa. Economica e anche militare. Lungamente trascurato, il continente ha riacquistato una sua visibilità nelle agende europee per il fenomeno delle migrazioni e le instabilità causate dalle primavere arabe e dall’improvvido intervento militare in Libia. Ma dare un futuro all’Africa significa anche investire per creare sviluppo e opportunità. Dare elettricità affidabile e il più sostenibile possibile a 650 milioni di persone che ne sono prive. Migliorare sanità ed educazione. Aumentare l’interscambio commerciale. Quello tra Africa e Italia è oggi di 34 miliardi di euro, e gli uffici studi stimano realistica una crescita del 5% all’anno, con picchi ben maggiori per Paesi come Egitto, Nigeria, Ghana, Etiopia, Mozambico, Libia. Il boom è possibile anche perché 55 Paesi africani stanno lavorando dal 2015 alla creazione del Ca, uno spazio economico africano sul quale l’accordo dovrebbe essere chiuso entro il 2018 che tra fra 5 e 10 anni dovrebbe rimuovere le tariffe sul 90% delle merci. Lo spazio di crescita sul medio periodo è enorme e gli effetti su questioni epocali come le migrazioni sono rilevanti: più sviluppo significa meno necessità di lasciare il proprio Paese in cerca di fortuna. Più opportunità significa meno esodi verso l’Europa. IN AFRICA c’è spazio anche per gli investimenti; sorprendentemente l’Italia lo ha capito e dopo una serie di missioni politiche di alto livello (da Renzi a Gentiloni a Mattarella più una raffica di ministri), ha sostenuto le aziende che vogliono investire in Africa giungendo ad essere – dati 2016 dell’African economic outlook dell’Ocse – il terzo Paese investitore nel continente con 11,8 miliardi di euro, alle spalle della Cina con 38,4 miliardi e degli Emirati Arabi con 14,9 miliardi. E questa è una vera novità. Va detto che degli 11,8 miliardi ben 8,1 sono dell’Eni, che opera in 16 Paesi e ha grossi investimenti in Egitto, Mozambico e Nigeria. Ma anche Enel si sta muovendo bene e così le aziende di costruzioni, quelle della meccanica, tradizionale punta di lancia dell’export italiano. E anche l’agroalimentare inizia a muoversi. Ovviamente non siamo i soli a muoverci. La Cina è in Africa il player globale ma si muovono anche la Commissione europea – stanziati 4,1 miliardi, di cui 1,5 a garanzia di progetti di privati che mobiliteranno, di qui al 2020, 44 miliardi di investimenti – e lo fanno Paesi come la Germania e, naturalmente, la Francia. Già, la Francia. Al rinnovato interesse economico italiano per l’Africa si accompagna uno spostamento del focus delle missione militari verso l’Africa. La necessità di confrontarsi con gli amici francesi arginandone l’attivismo, in Libia e non solo, non è indifferente nella scelta. Oggi i ministri della Difesa e degli Esteri, Roberta Pinotti ed Angelino Alfano, in vista della discussione del decreto missioni prevista per dopodomani, illustreranno in un’audizione alle commissioni congiunte della Camera le nuove missioni in Africa. «In un’area geografica – dice la relazione illustrativa del governo sul decreto che le finanzia – ritenuta di prioritario interesse strategico in relazione alle esigenze di sicurezza e difesa nazionali». Oltre a quella ampiamente pubblicizzata in Niger che occuperà fino a 470 uomini, 130 mezzi terrestri e 2 aerei ci sarà così una nuova missione in Libia con 400 militari e 130 mezzi che accorpa le due già avviate (operazione Ippocrate e il supporto alla Guardia costiera libica) e la partecipazione alla missione Nato in Tunisia dove manderemo 60 uomini supporto per aiutare l’esercito tunisino a costituire un comando di livello brigata. Il tentativo è evitare che i player tradizionali continuino a fare il bello e il cattivo tempo remandoci contro. IL RISCHIO oggettivo, avviando una missione in un paese in orbita francese come il Niger, è quello di fare i portatori d’acqua di Macron. Grazie ai contingenti tedeschi, italiani, spagnoli e belgi, Parigi potrà alleggerire gli organici dell’operazione Barkhane e continuare a coordinare la missione di supporto al G5 Sahel. Ma non esserci probabilmente era peggio. Il problema sarà non fare gli ascari di Macron e ritagliarsi un ruolo anche politico nell’area. E l’apertura dell’ambasciata in Niger è un piccolo ma significativo passo in quella direzione. notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita da: wineuropa
 
 
 
 
 
 
Informativa privacy | dati fiscali
Win S.r.l. - WinEuropa Group - Un solo Partner Tutte le soluzioni
Via Senese Aretina, 226 - 52037 Sansepolcro (AR) ITALY
Tel. +39 0575 740891 - Fax  +39 0575 720080 - E-mail: webmaster@wineuropa.it
© Copyright Arch. F. Venturucci 1999 - 2007 Powered by Win S.r.l. Vietata la Riproduzione

Utenti collegati: 1654